domenica 8 febbraio 2015

La Signora


Un breve post per ricordare la Signora, nei giorni scorsi si è celebrato l'anniversario della sua scomparsa avvenuta nel 1975. Per l'Egitto lei è stata forse più importante di Nasser. Figlia dell'imam di un villaggio del delta del Nilo, è diventata la "Stella d'oriente", Kawkab as-sharq.
La sua voce continua a farci compagnia, con la sua poesia, come se il tempo si fosse fermato.
La sua storia ve la faccio leggere qui: Umm-Kulthum, o comunque si trova di tutto sulla rete, compresi pettegolezzi vari sulla sua vita privata, inclusa la sua presunta omosessualità. Aveva un carisma unico, continuano ad amarla tutti.  

"Sentii la musica arrivare dal salone, ci andai. Ana Bintizarik, 'ti ho aspettato', la sua voce sconvolgente, viva, maturata dal tempo. 'Mi hai lasciato il fuoco nelle vene / ho posato la mano sulla guancia / e ho aspettato / ogni secondo della tua assenza. / Avrei preferito non amare". Lo stavo facendo, aspettare ogni secondo. Lei, lo aveva sempre fatto, mi ero sposato, c'era il mio fuoco nelle sue vene, la poesia era di Bayram ma i versi erano rivolti a me"...




Leggete "Ti ho amata per la tua voce", di Selim Nassib, edizioni e/o.